Alcune regole della Stregoneria.

Benché ogni incantesimo sia diverso dagli altri, la maggior parte prevede una serie di fasi che seguono un preciso schema o una sua variante. Rispettandola, non solo aumenterete le probabilità di successo, ma ridurrete anche il rischio di errori. Preparare l’ambiente, purificare gli strumenti e soprattutto calarsi nel giusto stato mentale sono operazioni indispensabili di ogni strega per la riuscita dell’incantesimo. Ciascuna fase serve ad uno scopo, e tutte insieme conducono al perfezionamento della strega. Vediamo insieme quali sono.

1. Eliminare le distrazioni. Spegnete la tv, il telefono, ed entrate in contatto con la vera essenza della natura. Chiedete a coloro che non parteciperanno all’incantesimo o che non fanno parte del vostro credo di non interrompervi oppure di NON DISTURBARE. Mettete eventuali animali domestici in un luogo in cui non richiedano la vostra attenzione e non interferiscano con l’operato magico. Per ottenere risultati soddisfacenti dovete focalizzare l’attenzione su ciò che state facendo. Quando effettuate un incantesimo, inoltre, passate dallo stato ordinario a quello magico, ed essere riportati indietro di colpo da fattori esterni può essere sgradevole, come essere strappati all’improvviso da un sonno tranquillo.

2. Stabilire l’intento. Se non avete una ragione ben precisa per fare un incantesimo, lasciate stare. Sarebbe semplicemente uno spreco di tempo ed energia, e i vostri sforzi potrebbero andare in fumo. Mettere l’intenzione nero su bianco aiuta a circoscrivere l’obiettivo e a trasferirlo all’esterno della mente, dove assumerà una forma fisica. (Forma pensiero) Se lavorate con una Coven, discutete dell’intenzione con le vostre sorelle prima di cominciare, cosicché tutte sappiano cosa fare e perché. È fondamentale essere tutti d’accordo e concentrarsi sulla stessa intenzione, altrimenti i risultati potrebbero essere deludenti o addirittura pericolosi.

3. Creare l’incantesimo. Pensate all’obiettivo e alle energie che desiderate sfruttare per raggiungerlo. Trascrivete sul vostro libro delle Ombre cosa farete durante l’incantesimo, indicando le fasi da seguire. Se intendete usare un’affermazione o una formula magica, imparatela a memoria oppure appuntatela Se lavorate con una Coven, ripassate le fasi e i dettagli, in modo che tutti siano d’accordo e si sentano a loro agio nel proprio ruolo.

4. Procuratevi gli ingredienti. Purificateli uno ad uno, lavandoli con acqua consacrata e aspergendoli con un rametto di rosmarino oppure fumigandoli nella salvia o nell’incenso liturgico.Trasferite tutti gli oggetti che userete nello spazio in cui lancerete l’incantesimo. Gli strumenti magici devono essere stati consacrati in precedenza. Se lavorate con un altra strega, decidete quali utensili utilizzare e chi li maneggerà.

5. Delimitate lo spazio magico. Innanzitutto purificate l’area prestabilita fumigandola con salvia o incenso, scopando il pavimento con una scopa di saggina o entrambe le cose, benché a volte sia sufficiente visualizzarla piena di purissima luce bianca. Invitate i partecipanti se vi sono, a entrare nello spazio e poi tracciate un cerchio intorno all’area di lavoro, Il cerchio magico creerà una barriera di energia che terrà fuori le vibrazioni negative e dentro quelle positive.

6. Elevate la coscienza a un livello superiore. Accendete una candela o un incenso a base di Artemisia, Mirra, Canfora o Lavanda per aumentare le vostre potenzialità spirituali, meditate oppure fate qualunque cosa vi aiuti a passare dal pensiero ordinario a quello magico. D’ora in poi impedite ai pensieri banali di interferire con il vostro nuovo stato mentale. Se lavorate con altre streghe, non parlate.. a meno che non stiate recitando un’affermazione o eseguendo un’altra parte verbale dell’incantesimo.

7. Richiamate l’energia. Alcuni lo fanno salmodiando, affermando, danzando, suonando il tamburo, respirando a fondo o visualizzando. Scegliete il metodo che preferite. Immaginatevi mentre assorbite le energie della terra e del cielo, lasciando che si mescolino nel vostro corpo. Percepirete un cambiamento nella vostra consapevolezza, magari sentendovi corroborati, calmi, vigili, concentrati, sensibili, formicolanti ecc. Se lavorate con altre streghe, permettete alle singole energie di fondersi per tutta la durata dell’incantesimo.

8. Invitare le divinità ed altre entità a partecipare all’incantesimo. Presenze angeliche, spiriti guida, Demoni guardiani, animali totem, antenati, spiriti elementali e altri esseri incorporei vi daranno aiuto sostegno e protezione durante  tutta l’attività magica e divinatoria. Forse i più capiranno ma chi è in contatto con il proprio guardiano non teme alcun pericolo, ma avrà molte energie in suo favore, la connessione mistica sarà indescrivibile.

9. Operare l’incantesimo seguendo lo schema che avete stabilito fin dal principio. Mai farsi passare l’idea di cambiare schema o intenzione dell’incanto, dubbi e ansia logorano la magia, è fa perdere il rispetto verso la divinità a cui ci si sta rivolgendo.

10. Congedare le  divinità o le eventuali entità che sono intervenute e ringraziatele. Ricordare sempre di ringraziare la divinità o la vostra entità al fine di avere il suo rispetto è le sue grazie, per eventuali incantesimi futuri, lasciando a terra libagioni, come del pane, birra, vino o miele ecc. La vostra divinità vi sarà molto grata ma soprattutto sarà a disposizione se vorrete effettuare in futuro nuovi incantesimi.

11. Aprite il cerchio. Convogliate l’energia verso l’obiettivo e confidate che quest’ultimo si materializzerà al momento giusto e nel modo giusto.

12. Smantellare lo spazio magico. Spegnete le candele, recuperate gli strumenti e gli altri oggetti che avete portato nel cerchio ecc. Riponete gli strumenti in un luogo sicuro fino all’utilizzo successivo.

13. L’ultima fase è la manifestazione. Ossia l’istante in cui raggiungerete il vostro obiettivo. Nel vostro Libro delle Ombre, annotate cosa avete fatto e quali ingredienti o strumenti magici avete adoperato per la procedura, aggiungendo anche cosa avete sentito, percepito, avvertito, pensato, osservato ecc. Se lavorate con altre streghe, potrebbe essere opportuno discutere dell’accaduto, esprimendo un’opinione sull’incantesimo e sulla sua esecuzione e decidendo eventuali modifiche per incantesimi futuri.

Namastè.          

                                🌛🌝🌜


— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...