Bracciali, anelli e monili nella stregoneria.

Forse pochi sanno che nell’antico culto della stregoneria, è buona cosa indossare gioielli e monili di vario tipo quando si è all’interno di un Cerchio Magico, perché hanno la straordinaria capacità di assorbire le energie e di trasformarsi in talismani perenni, utilissimi alla strega anche una volta terminate le operazioni cerimoniali e rituali. In modo speciale, la strega indosserà un bracciale d’argento, o d’oro istoriato con il suo nome magico, pentacoli e falci lunari. 

Importanti anche gli anelli, che possono essere graziosi e lavorati, magari con qualche pietra preziosa incastonata. Costituiscono il legame ideale con i Grandi spiriti Antichi, divini. Indossare cavigliere e monili per l’abbellimento dei piedi è un altro modo per esaltare ulteriormente l’acconciatura della strega, aggiungendo una sottile ricchezza alla figura e grazia ai suoi gesti. 

Gli uomini possono ricorrere a strisce di cuoio come accadeva un tempo, le donne agli oggetti, alle fogge e ai materiali che preferiscono. La maestria di forgiare questi oggetti però non era alla portata dell’artigiano, bensì dominio di Astrologi, Sacerdoti e Alchimisti. L’aspetto, i materiali, i tempi e le modalità di costruzione erano dettate dall’arte magica e non da quella orafa. Insomma si trattava di veri e propri portentosi talismani vitalizzati. Il primo passo per creare gli anelli incatantati, dopo ovviamente averne stabilito il proposito, riguarda la scelta dei materiali e delle formule atte a vincolare nell’anello lo spirito migliore. Alla base dell’anello c’è il metallo o la lega metallica planetaria; il sistema più conosciuto è quello alchemico caldeo ossia:

★ SATURNO: piombo ★ GIOVE: stagno ★ MARTE: ferro ★ SOLE: oro ★ VENERE: rame ★ MERCURIO: mercurio o leghe ★ LUNA: argento.

Gli Anelli: sono sempre presenti alle dita delle Streghe. Spesso sono di foggia particolare e caricati di uno specifico potere. La pietra più usata è probabilmente l’Ametista, seguita quasi alla pari dall’Ambra. Sono comuni anche Turchesi, Agate, Opali, oltre a tutte le varietà di Quarzi.

★ La Collana: è un ornamento esclusivamente femminile, ed è solitamente composta da Ambre, pietre dure o perle, di dimensioni decrescenti verso il fermaglio. Spesso hanno solo uno scopo ornamentale, e vengono consacrate é caricate come scudo protettivo.

★ Bracciali: di forme assai diverse vengono portate dalle streghe di alto rango; ai primi si addicono quelli in lamina metallica ( chi scrive ne ha un paio con decorazioni a sbalzo raffiguranti serpenti: sono molto druidici…) oppure di cuoio borchiato, da guerriera. Le Streghe solitamente portano bracciali dello stesso materiale delle collane, oppure a catena, in metallo, spesso con appesi diversi amuleti. Caricati nello specifico scopo sia di protezione che di attacco psichico.

Il Diadema: con la Triplice Luna o la Luna Crescente sono la manifestazione della divinità in assoluto. come abbiamo visto, viceversa la Corona di Corna ramificate, fatta con veri palchi di cervo o di capriolo, oppure in metallo o in legno, costituisce l’emblema delle dee, che indossandola durante i rituali e le cerimonie rappresenta il Dio Cornuto o le dee infere.

— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...