Le Arti marziali, tecniche di difesa nella stregoneria Orientale.

Da secoli l’antica arte marziale e stata una disciplina che ha aiutato le varie streghe sparse per il mondo. Tali donne fortissime e letali, apprendevano lo studio di varie tecniche di combattimento per la propria difesa personale. all’epoca erano costrette a difendersi da chi provava a far loro del male, nacquero così le prime streghe guerriere atte alla difesa del loro tesoro: Il loro corpo. Il profondo legame tra le Arti Marziali e la stregoneria si è instaurato nel periodo feudale Cinese e giapponese. Influenze filosofiche e religiose hanno da sempre permeato le Arti Marziali orientali ed occidentali. Il continuo confronto con la morte è sempre stato per la strega stimolo ad una profonda introspezione che la ha portata ad elaborare proprie convinzioni religiose e filosofiche. Non di rado al termine di una carriera guerresca, era possibile vedere la Strega guerriera ritirarsi a vita monastica, quasi fosse una naturale conseguenza della propria tendenza all’introspezione. Alla base della stregoneria Orientale, mostra come si possa raggiungere l’illuminazione è la perfezione attraverso la consapevolezza del momento presente. Concentrandosi nel ” Qui ed Ora ” anche l’atto di pulire un pavimento o di lucidare uno specchio divengono strumenti per “lucidare” la propria anima, eliminando tutte le ombre ed impurità create dalle paure ed illusioni, per riflettere chiaramente la realtà e viverla finalmente in maniera piena e matura.

Il mondo, purtroppo, non è un luogo né tranquillo né pacifico ed è certamente raccomandabile avvicinare il prossimo, non da ultimi anche i rappresentanti della legge, con quella stessa sicurezza in noi stessi che guida il nostro comportamento in famiglia o pratica magica. Ritengo che a questo scopo ognuno di noi dovrebbe dedicare un pò del proprio tempo all’apprendimento di un’arte marziale, quale Karate, Haikido, Judo, Ninjitsu, Aikido, Tai Chi, Kung Fu o qualcun’altra disciplina di questo genere, sorretta da una forte filosofia di fondo, in quanto sottile e metafisica. Oltre a consentirci di mantenere allenato e robusto il corpo (condizione, sia detto per inciso, essenziale per esercitare l’arte magica in tutta la sua pienezza) rendendoci gradevoli nell’aspetto, queste attività contribuiscono in modo decisivo a far accrescere in noi l’autoconvincimento, autostima qualità importanti in magia. Senza dimenticare l’utilità del training, così vitale per potersi imporre sugli elementi.

Nell’antica tradizione orientale sostiene che arti marziali come quelle succitate fossero corredo e conoscenza comune dei popoli dell’Europa dell’età del ferro, ed è risaputo che alcune armi e certe tecniche di combattimento si basavano proprio su questo substrato ideologico e culturale. Tuttavia la loro applicazione si affievolì in special modo con il sopraggiungere e l’imporsi del cristianesimo. Tutto questo per sottolineare un fatto: considerata la difficile situazione in cui si dibatte l’attuale civiltà, non deve escludersi la possibilità di utilizzare, per il proprio rafforzamento psichico, è magico anche quegli strumenti e quelle tecniche di tipo marziale e da combattimento messe a disposizione dalla tradizione.

— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

3 risposte a "Le Arti marziali, tecniche di difesa nella stregoneria Orientale."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...