A proposito del silenzio e della discrezione.

Per quanto la magia sia religione di gioia, mistero e bellezza, in questi nostri tempi difficili siamo in pochi a parlarne e ancora pochissimi sono coloro disposti ad apprendere. Sebbene una strega si porti dietro un bagaglio millenario di conoscenze, persino i suoi stessi familiari stentano a capirlo quando disserta di questioni magiche. È facile desumere, di conseguenza, quanto ostica risulti l’impresa quando è al cuore e al cervello di uno sconosciuto ch’egli tenta di rivolgersi. Rispettando le sacre regole dell’arte, la strega deve astenersi dal «forzare la mano», vale a dire cercare di convincere gli scettici: non solo l’operazione gli sottrarrebbe una considerevole mole di energia psichica, ma correrebbe anche il rischio di essere derisa dalla loro ottusità.

In questi casi è invece opportuno attendere che chi non è predisposto lo diventi (ammesso che ciò mai accada), convincendosi nel proprio intimo, avvertendo il richiamo interiore delle divinità e, alla fine, rivolgendosi a voi. Ricordate una cosa fondamentale: il tempo gioca sempre a favore della magia e pillole di conoscenza sono preferibili a una razione da cavallo somministrata in un’unica soluzione. Siate costantemente in guardia nei confronti degli impostori, perché, ve lo garantisco, sono tanti, tantissimi quelli che amano proclamarsi 

maghi, esorcisti è operatori dell’Occulto per seguire solo e soltanto il proprio tornaconto. Per evitare tranelli e inganni, non credete mai a nessuno al momento del primo incontro, ma abbiate la pazienza di metterlo alla prova, sia sotto il profilo della conoscenza sia sotto quello dell’attitudine e del comportamento. Non consentitegli di entrare in confidenza con voi prima di essere perfettamente sicuri che si tratta di una persona in buona fede, o realmente una strega o mago. Più che mai in questo nostro tempo, la forza deriva dalla segretezza e la saggezza si intensifica nel silenzio. 

Namastè.          

                                🌛🌝🌜


— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Una risposta a "A proposito del silenzio e della discrezione."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...