La Piromanzia, l’antica arte di divinazione delle fiamme del fuoco.

Da tempi immemori le fiamme del fuoco hanno affascinato l’uomo, per la sua forma magica quasi fosse un elemento vivo è con un anima. Ma cos’è davvero la Piromanzia? Con l’evoluzione dell’uomo il fuoco ha assunto il potere di donare la fiamma dell’ essenza della vita stessa è da lì cercare di capire tramite vari aspetti del suo colore, movimento e reazione auspici o previsioni nei movimenti delle fiamme, dei guizzi o dei ceppi al fine di trarre una lettura divinatoria. Il momento migliore per poter divinare con il fuoco è durante i Sabbat. Altre tecniche di lettura delle fiamme sotto il nome generico di Piromanzia sono molte. 

Preparazione del focolare.

Per una buona divinazione la legna considerata di buon uso sono i ceppi di : Nocciolo, melo, quercia, Abete, betulla, frassino. Non bruciare ceppi di Sambuco o noce perché porta sfortuna dato è considerato che sono sacro alle streghe è alla dea Hestia. Il fuoco può essere racchiuso da un cerchio di sale grosso.

Come interpretare le fiamme.

Prima di cominciare la divinazione, si benedice con del sale gettando alcune manciate nella fiamma, si può praticare ogni volta che se ne senta la necessità oppure quando si hanno bisogno di risposte durante la vita quotidiana, decisioni da prendere ecc. Per praticare la Piromanzia bisogna effettuarla sempre dopo il primo minuto scoccata la mezzanotte l’ora propizia delle streghe.

Il fuoco che trova difficoltà ad accendersi è sinonimo di negatività, Situazioni difficili.

Se le fiamme ardono tranquillamente, è scoppietta è positivo buone notizie, tranquillità.

Se arde velocemente, violento, o stride e rischia di bruciare anche l’operatore è sinonimo di pericolo, per l’operazione è per la divinazione. Spegnere immediatamente.

Se il fuoco arde da un lato o si divide in due lingue, significa separazione o divisione di una situazione.

Se fa molte scintille è buon auspicio vuol dire notizie e buone novelle.

Se non vuole accendersi preannuncia liti è discussioni.

Se il fuoco provoca fiamme di colore bluastro, è indizio di periodo freddo è gelato ( sia in ambito sentimentale che meteorologico )

Se il fuoco si spegne di colpo prima ancora che il materiale da combustione sia finito è segno di disgrazia.

Questi sono solo alcuni presagi un altra antica usanza era quella di gettare nel fuoco alcune erbe considerate magiche per ottenere effetti migliori.

Aggiunta delle erbe Profetiche.

Nell’​antica tradizione della stregoneria le streghe erano solite gettare nel fuoco alcune erbe magiche che aiutavano ad amplificare la Chiaroveggenza. Già la combustione delle erbe era di buon auspicio vediamo insieme quali sono le erbe da poter impiegare.

Artemisia

Timo

Alloro 

Cannella

Gelsomino

Petali di rosa ( per l’amore )

Dente di leone

Sambuco

Dopo aver finito la combustione si può continuare la divinazione anche tramite la cenere rimasta sul fondo. Questo sistema di lettura prevede di scorgere i ceppi rimasti è di trovare immagini o lettere che venivano interpretate in modo da avere una risposta completa alle domande dell’officiante. 

— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...