Le posizioni Delle candele negli incantesimi.

Da tempo ormai si applicano svariate forme negli incantesimi, ma ti sei mai domandato perché alcune streghe usano disposizioni particolari nella posizione delle candele? Fra queste vi sono incantesimi svolti per una determinata richiesta, dalla forma più semplice a quella più complessa. In genere sono incantesimi rivolti per manifestare, creare od ottenere qualcosa.

Queste conformazioni servono appunto per manifestare le forze astrali nel piano materiale o per invocare gli spiriti. Ciò che ho imparato dalle mie antenate, che dalle loro filastrocche vi era una Sapienza e una conoscenza fuori da ogni concezione umana. Prima di ogni incantesimo prova a porti queste domande, Cosa vuoi richiamare? Cosa speri di ottenere? Il pensiero e la parola sono la forma di magia più alta e potente che esiste.

Vediamo insieme alcune Delle forme le quali portano diverse energie, vibrazioni e potere.

Triangolo o Piramide: La forma forse più semplice e comune, disporre le candele in modo da formare un triangolo equilatero. Simboleggia la creazione manifesta e indissolubile. Rispecchia anche il Rede e il trino. Richiama la forza e gli spiriti della natura. Posizionando le candele nella forma piramidale, viene impiegato per richiamare le energie è le grazie delle divinità egizie, questo non credo lo troverete in nessun libro ò sito che parli di magia, l’intento utilizzato è quello che voi volete dare al rituale, se per propiziare buona fortuna ò modificare qualche evento della vostra vita nonché il richiamo dell’ente stesso che sia una divinità in particolare o un Dio/Dea il quale volete far ricorso. Potete anche utilizzare qualche oggetto che richiami l’Egitto tipo uno scarabeo, un ankh, una piuma di falco..ecc da poter usare sul vostro altare.

Stella ( Pentacolo ): Questa e la forma forse più completa è potente. Disporre le candele in modo da formare una stella a cinque punte chiuse. Uno dei simboli che richiama subito il mondo della magia e della stregoneria. Come tutti i simboli pagani il pentacolo era ampiamente utilizzato come simbolo sacro nella pratica dei culti legati alla dea pagana Venere, incarnazione della forza, della bellezza e soprattutto della sessualità mistica. Il legame della figura con la dea Venere/Afrodite si deve al fatto che Venere, pianeta a essa associato in epoca classica, visto dalla Terra compie (in un periodo di otto anni) un percorso simile ad un pentacolo nel cielo. Il pentacolo è una rappresentazione del microcosmo e del macrocosmo: combina cioè in un unico segno tutta la creazione, ovvero l’insieme di processi su cui si basa il cosmo.

Altre interpretazioni vedono nel pentacolo non solo una rappresentazione del rapporto tra il mondo divino e quello fisico, ma anche una rappresentazione della figura umana. Facendo riferimento al celebre Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci appare evidente come il pentagramma possa essere la rappresentazione schematizzata di un corpo umano con braccia e gambe divaricate. Il cerchio che attornia il pentagramma sta poi a simboleggiare l’infinito; dunque questa alternativa interpretazione simboleggerebbe la relazione che accomuna l’uomo all’infinitezza dell’universo e alla sua valenza mistica, ovvero la Divinità.

Spirale: Questo tipo di disposizione Delle candele, richiama gli antichi spiriti norreni. Simboleggia il percorso che conduce alla conoscenza del mondo e dell’esistenza (materialismo, la consapevolezza esterna, l’Ego, la percezione verso l’esterno di noi), il percorso che compie l’anima nella sua infinita evoluzione (illuminazione, essenza invisibile, il nirvana, la consapevolezza cosmica). I movimenti tra il mondo spirituale e quello materiale (immateriale e materiale, spirito e corpo, fisicità e impermanenza) vengono mappati dalla spirale tramite gli anelli concentrici connessi a spirale, che segnano l’evoluzione del genere umano sia su scala individuale che collettiva. Inoltre, in termini di rinascita o di crescita, il simbolo della spirale può rappresentare la coscienza della natura a partire dal nucleo o centro che aumenta espandendosi verso il suo esterno.

Così come la spirale, il cerchio e tutte quelle figure geometriche e non che possiedono linee rotondeggianti, poiché ribadiscono la presenza dell’Utero Divino che, come tale, genera ogni cosa.

Rosa dei venti: Questa disposizione e la forma che richiama subito le direzioni dei quattro quarti o gli elementi. Porre le candele nelle direzioni dei punti cardinali richiama a se tipi diversi di energie vibrazionali. Chiamato anche il compasso della strega. Rispecchia gli elementi del fuoco, dell’acqua del vento è dell’aria. Questo viene impiegato se si vuole richiamare le forze degli elementali.

Queste erano solo alcune forme utilizzate dalle streghe, ma credo che avrete molti altri modi per creare la vostre forme che più vi aggradano, insomma date sfogo alla vostra immaginazione. 😊

— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...