Antichissimo rito di purificazione con il sale e la scopa.

Oggi vorrei parlarvi di un rito davvero antichissimo, molto riservato e discreto usato dalle anziane Signore della mia terra. Praticamente a nessun costo. La sua provenienza è talmente antica che si perde nella memoria, ma questa pratica la usano le Magare della zona mediterranea.

Lo scopo di questo rituale è di eliminare, neutralizzare le energie negative dalla persona, da ambienti o ambito della vita: semplice negatività da entità larvali, malocchi, fatture ecc…

Analizzando il fattore chiave del rituale per comprendere meglio come funziona è la sua dinamica. Tutto ciò che vi occorre è:

Sale: Come ben sappiamo il sale è un ottimo esorcizzante, viene impiegato per disinfettare i cibi, in ambito magico ed esoterico è impiegato per purificare dalle energie negative è psichiche, per incanti più potenti il sale viene addizzionato con pepe rosso, zolfo e pietra blu ( sale blu )

Scopa: La scopa deve essere di saggina o sorgo come si vuole chiamarla, il sorgo è una pianta dalle potenti qualità positive e dispersive, simbolo del potere maschile, tramite esso spazzando a terra ha la qualità di scacciare ed eliminare le energie negative da persone, ambienti e situazioni. Il suo elemento è l’acqua.

Esecuzione del rituale: Prenditi tutto il tempo che ti serve è prendi un giorno da dedicare all’incantesimo, prima di andare a dormire, durante la notte, insomma trova una giornata dove non potrai essere disturbato, medita oppure prega le tue divinità.

Adesso prendi una manciata di sale grosso e pensa a quello che vuoi eliminare da te ( malocchi, invidie, fatture, malie ecc..) ora cospargiti il corpo con il sale, che come ben sappiamo assorbe e trattiene le energie negative, rilasciando energie benefiche ed esorcizzanti.

Effetti: Si dice che in base alla quantità di sale gettata a terra il rito liberi dalle energie negative, entità larvali dall’area attorno alla persona che stia impiegando il rito. Il raggio d’azione è la durata varia in base alla potenza del pensiero del praticante. Capita che durante il rito la strega può manifestare mal di testa forte è sbadigli; ma questo è normale perché è dovuto alla neutralizzazione delle energie negative. Ora spazzate il sale caduto a terra in senso anti orario finché non sentirete che il mal di testa affievolisce.

Chiusura del rituale: Al termine del rito raccogliete il sale da terra con le mani e riponetelo su di un coccio di terracotta che getterete su di un corso d’acqua o seppelirete sotto un albero di quercia. Un consiglio è di allontanarvi dalla stanza dove avete fatto il rito, perché secondo alcune superstizioni confonderebbe il ritorno di energie negative.

— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...