Il Cerchio magico, le differenze tra chiusura ed apertura.

Nella stregoneria ogni incanto viene effettuato dentro uno spazio sacro. Il cerchio magico ha tre funzioni: separa la strega dal piano terreno; trattiene l’energia finché non sarà pronta a liberarla; dona protezione dalle energie negative all’infuori di esso. Dato che vi è molta disinformazione vorrei precisare alcune differenze tra la chiusura è l’apertura del cerchio magico. Nessuno all’infuori di voi può sostare nelle vicinanze del vostro cerchio di potere, essendo un atto magico prettamente personale diverso per ogni strega.

La chiusura del cerchio magico.

In questo atto di chiusura andremo a fare l’azione magica di protezione, Il cerchio magico si forma per trattenere il potere durante l’accumulo di energia, quindi mettiamoci comodi al centro della nostra stanza oppure all’aperto, è tracciamo il cerchio con noi all’interno questa è la fase di chiusura del cerchio, ove noi siamo già protetti. Quando si accumula il potere per un incantesimo in uno dei modi antichi (danza, canto ripetuto all’infinito, visualizzazione e così via), le streghe tentano di trattenerlo nei loro corpi fino a quando non raggiunge il suo massimo. A quel punto si rilascia e si indirizza verso la meta. È difficile trattenere tutto questo potere specialmente durante la danza e così è il cerchio a fare questo lavoro. Una volta che avete rilasciato il potere, tuttavia, il circolo non impedisce in alcun modo che il flusso di energia raggiunga la sua destinazione. 

Cosa si può fare dentro il cerchio?

Potete  guardare il fumo dell’incenso le fiamme delle candele, mettete da parte tutti i pensieri e trovate un contatto con le divinità. Mettete da parte tutti i pensieri del rituale completamente, spostando la vostra consapevolezza verdo di esso. Probabilmente sarete prosciugati di energia se avrete veramente rilasciato il potere, così sdraiatevi a terra e rilassatevi per qualche momento. Questo è un momento di riflessione. Possiamo effettuare una consumazione rituale di cibo e bevande per riportarci indietro dallo stato di estasi. Mangiare mette il vostro corpo in uno stato diverso. Dato che il cibo è un prodotto della Terra, esso riporta delicatamente la nostra consapevolezza alla realtà fisica. Il cibo è una manifestazione dell’energia divina. Prima di mangiare, fate una piccola offerta alle vostre divinità spargendo briciole di dolci e versando qualche goccia di liquido sul terreno. Se siete al chiuso, metterete queste cose in una speciale coppa di terracotta per le libagioni. Seppellitene il contenuto nel terreno all’aperto appena possibile dopo il rituale. 

L’apertura del cerchio.

Il metodo di apertura, varia in base all’ elemento usato per tracciarlo, questa è la fase in cui il nostro incanto è finito e ci accingiamo a ringraziare le divinità ed uscire dal cerchio tranquillamente Qualsiasi metodo usiate, ringraziate i sovrani dei quattro quarti per la loro presenza e chiedete loro di sorvegliare anche i riti futuri. 

– Camminando in senso anti orario attorno all’altare, mettetevi in piedi a Nord e muovetevi lentamente ad Ovest, poi a Sud, ad Est, finendo di nuovo a Nord. Movendovi, riassorbite l’energia del cerchio dentro di voi. Per altri tipi di cerchi, “rompeteli” o disperdeteli in altro modo. Se avete usato delle pietre per fare il cerchio, riprendetele. Togliete i fiori o l’erba se questi segnano il perimetro del cerchio, e disperdete o spazzate via i cerchi di erbe, sale è farina.

Quando il cerchio è aperto, mettete a posto gli oggetti rituali. Se avete usato del sale conservate il sale avanzato per un utilizzo futuro, ma versate l’acqua nella Terra nuda. Anche le offerte nella coppa delle libagioni dovrebbero essere seppellite assieme alle ceneri dell’incenso, anche se queste ultime talvolta si conservano per riti ed incantesimi futuri. Non è necessario smantellare immediatamente l’altare.Quando cominciate a riporre gli strumenti, è un buon segno di rispetto aspettare a spegnere le candele fino all’ultimo. Usate uno spegni candele, le dita, bagnate con la saliva come era solito usato dalle anziane Signore.

— Arconte

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...